Presentazione

 NOVITA’: Itinerario sul  Naviglio Brenta Moranzani
E’ interessante e molto bello, specie di inverno

Questo è un sito di passeggiate, a piedi o al massimo in barca.

Gli itinerari seguono un interesse non unico ma prevalente: i corsi d’acqua che scolano nella laguna di Venezia, le erbe che vi si possono raccogliere (e poi cucinare), i percorsi urbani nella Mestre moderna e la sua edificazione di qualità, l’archeologia industriale di Marghera, escursioni in barca nelle acque salse della Laguna, la conoscenza del recupero civile del campo fortificato di Mestre, e – speriamo – molto altro.

Per ora sono pronti alcuni itinerari della sezione “Le acque dolci di Mestre”, l’esplorazione cioè degli argini del fiume Marzenego, della Fossa Pagana, del canale Osellino, della confluenza Osellino – Ruviego. A breve ne seguiranno altri.

Nella sezione “Centimetri zero – Erbe e altro” è iniziata la pubblicazione di schede sulle più interessanti e gustose erbe spontanee delle nostre campagne, disponibili a centimetri zero dalla nostra mano.

Le altre sezioni saranno inaugurate con una cadenza inevitabilmente “slow”. Ma il nome del sito non è forse “A passi tardi e lenti”?

 

Auto-Presentazione.

L’idea di passeggiare lungo i corsi d’acqua delle mie parti è venuta osservando come sono trattati i fiumi nelle grandi città (Londra, Parigi, Lione, Valencia, ecc.).

Mi è piaciuto il modo con cui è stato valorizzato l’aspetto “normale” del paesaggio urbano, quello costruitosi nel tempo attorno ad esigenze costanti della vita cittadina: approvvigionamento dell’acqua, trasporti di merci, salute e passatempi, cura dell’ambiente, produzione di beni (la farina, per esempio), ecc.

Come si vede non sono itinerari monumentali o artistici in senso stretto, né storico-celebrativi: ma piuttosto descrizioni (narrazioni, si direbbe ora, o historie, come si è sempre detto) delle condizioni del territorio e dei modi di vita della gente, come li può percepire un viandante curioso del paesaggio.

 Io sono ormai anziano (1941) e sono grato ai fiumi e ai canali per il loro andamento pianeggiante. Il risultato delle mie escursioni a piedi (o almeno la buona volontà) è apprezzato anche dal mio medico.

 Mi diverto a stare aggiornato (più o meno) con i nuovi giocattoli da terza età (datalogger, GPS, fotocamere, registratori, ecc. – tutto rigorosamente digitale). Sono piccoli, leggeri, poco costosi, e i risultati sono presentabili senza ricorrere troppo alla benevolenza del pubblico.

 Oltre alle acque, mi interessano anche altri aspetti della mia città: gli edifici (quelli moderni, in mancanza di quelli antichi), gli insediamenti industriali, anche se ormai abbandonati, il sistema di fortificazioni e l’uso che se ne sta facendo, il percorsi in laguna, e la lista potrebbe allungarsi di molto. Ma devo frenare la fantasia e le ambizioni, anche perché su tutti questi temi devo trovare qualcuno che ne sappia più di me (impresa non difficile) e che abbia voglia di lavorarci.

 Insomma, dopo aver passato dai 5 ai 65 anni dentro una scuola, mi sono detto: “Lazare, veni foras!”

 

Il sito non è chiuso. Le sue proposte sono in continuo aumento, man mano che vengono esplorati nuovi percorsi. Ed anche i contenuti sono soggetti ad un continuo miglioramento, specie con il vostro contributo, gradito e sollecitato.
mario.tonello [chiocciola] gmail.com

 Mario Tonello

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aiuto

 

WordPress theme: Kippis 1.15